La tecnologia digitale è ormai entrata prepotentemente a far parte del settore immobiliare. Tante sono le innovazioni tecnologiche che stanno emergendo al servizio dei professionisti del Real Estate, ma l’ultima e apprezzatissima frontiera in tal senso è rappresentata dalle visite virtuali.

Questo strumento permette all’agente immobiliare di mostrare una proprietà al proprio cliente in pochi e semplici clic, in maniera rapida ed efficace. Grazie alla possibilità di realizzare tour a 360°, infatti, si ottiene un’efficacia pari alla visita “dal vivo” dell’immobile, risparmiando però tantissimo tempo sia all’agente immobiliare che al potenziale acquirente, il quale non dovrà più spendere tempo prezioso a recarsi in una serie infinita di case, che magari non corrispondono nemmeno al suo interesse.

Non sei ancora iscritto a WeAgentz? Iscriviti ora per migliorare la tua reputazione online con l’unica piattaforma in Italia completamente dedicata agli agenti immobiliari.

E’ vero, abbiamo già parlato di virtual tour in articoli precedenti, e questo perché intendiamo sottolineare l’importanza di una tecnologia che ormai si sta diffondendo in maniera piuttosto ampia e incisiva nel mercato immobiliare e non. Abbiamo, quindi, deciso di intervistare Edoardo Ribichesu, fondatore di Realisti.co, una delle maggiori startup dell’immobiliare, che ha partecipato con successo anche ai Real Estate Awards 2016. L’obiettivo di questa promettente startup è proprio quello di dare la possibilità ai professionisti dell’immobiliare di realizzare visite virtuali in maniera autonoma e performante.

Edoardo, innanzitutto grazie per aver accettato il nostro invito. Spiegaci subito da che cosa è nata l’idea di dar vita a Realisti.co.

Realisti.co nasce dalla mia esperienza diretta di cliente del mercato immobiliare. Quando ero alla ricerca di una nuova abitazione, ho potuto constatare quanto tempo venisse sprecato nella visita di immobili lontani dai criteri di ricerca che mi ero fissato. In quel periodo nella nostra società di sviluppo software avevamo da poco concluso con successo alcuni bellissimi progetti digitali che riguardavano la fotografia 360° e la realtà virtuale. Da queste esperienze abbiamo provato ad immaginare una soluzione che sfruttasse al meglio questo tipo di contenuto al fine di ottimizzare il processo di ricerca e di valutazione di un immobile. Abbiamo così iniziato a lavorare ad una piattaforma per la realizzazione autonoma di visite virtuali di alta qualità, che a dicembre 2015 si è trasformata in Realisti.co S.r.l.

Da quante persone è composto attualmente il vostro team?

La squadra di Realisti.co è composta da otto persone, compresi i fondatori e alcuni collaboratori esterni, divise tra le sedi di Torino e Madrid. Inoltre, stiamo inserendo proprio in queste settimane una nuova risorsa per l’attività di customer care.

Quali sono gli obiettivi ed i principali benefici di Realisti.co per il settore immobiliare?

Realisti.co ha come obiettivo principale quello di far risparmiare tempo a chi cerca casa ed a chi è incaricato di venderla, mettendo entrambi nella condizione di effettuare una prima selezione degli immobili da visitare grazie ad una visita virtuale di grande efficacia, estremamente realistica, immersiva e facile da esplorare. Le agenzie che hanno scelto Realisti.co in questi mesi ci hanno fatto comprendere il vero valore aggiunto del nostro servizio, raccontandoci le loro esperienze dirette. Ad esempio, uno dei benefici principali che è emerso riguarda la fase di acquisizione, nella quale l’agente che usa Realisti.co trasmette immediatamente un senso di innovazione e di cura per l’incarico che andrà a gestire. Nella fase di proposizione dell’immobile i benefici sono molteplici, diversi clienti ci hanno segnalato la facilità con la quale ora riescono a gestire incarichi lontani dalla propria agenzia, concentrando il proprio tempo e quello dei loro clienti su visite già altamente qualificate. Anche la collaborazione tra agenti trae beneficio dalla disponibilità di visite virtuali, permettendo una valutazione rapidissima ed una proposizione più efficace. Infine, la semplicità di realizzazione ed il costo estremamente contenuto, hanno finalmente sdoganato le visite virtuali per l’affitto, un’area fino ad ora completamente scoperta da questo servizio.

I VT e la realtà aumentata fanno parte dell’ecosistema Real Estate ormai da alcuni anni. In cosa si differenzia dunque il vostro servizio rispetto alle altre startup che operano nel settore?

Esatto, i virtual tour esistono in questo settore da molti anni, ma Realisti.co è il primo servizio che rende l’agente immobiliare completamente autonomo nella realizzazione e nella condivisione di quelle che noi chiamiamo “visite virtuali”. In circa 15 minuti, l’agente può realizzare e mettere on-line una visita virtuale dell’immobile che intende promuovere, decidendo se condividerla con un singolo potenziale cliente o con tutti i visitatori dell’annuncio, iniziando a raccogliere immediatamente feedback sul loro reale interesse per l’immobile.
Inoltre, con la Visita Virtuale Remota, Realisti.co permette all’agente di guidare a distanza la visita virtuale del proprio cliente proprio come se fosse accanto a lui, una novità assoluta per il settore.

I vostri punti di forza?

Metterei al primo posto la totale autonomia che Realsiti.co fornisce all’agente immobiliare, unita all’estrema semplicità d’uso. A queste si aggiungono il costo decisamente contenuto e le infinite opzioni di condivisione delle visite virtuali.

Qual è la vostra principale sfida nel prossimo futuro?

L’approccio del mercato al nostro prodotto in questi primi mesi è stato ottimo, ma tutti i nostri sforzi sono concentrati nel trasmettere ai professionisti del settore l’importanza delle visite virtuali nella promozione degli immobili. In un tempo molto breve, chiunque inizierà la ricerca per l’acquisto o la locazione, si aspetterà di avere a disposizione una visita virtuale: il nostro compito in questo momento è quello di avvicinare rapidamente gli agenti immobiliari a questo nuovo strumento.

Avete già pensato in che modo potrete riuscire in questo obiettivo?

L’avvento della tecnologia 360° e la conseguente domanda da parte del pubblico faranno buona parte del lavoro.
In un periodo di forte disintermediazione, Realisti.co propone il proprio servizio esclusivamente ai professionisti del settore e permette a questi ultimi di offrire ai propri clienti un servizio a forte valore aggiunto, che li distingue nel mezzo dell’enorme quantità di rumore presente nella rete. Qualsiasi privato è in grado di montare un video con lo slide show di alcune foto dell’immobile e caricarlo su YouTube, ma solo un agente immobiliare può realizzare una visita virtuale fotorealistica come quella offerta dal nostro servizio.

Come volete posizionarvi nel settore immobiliare? Sappiamo che è in atto anche un processo di internazionalizzazione da parte di Realisti.co, raccontaci qualcosa di più.

In termini assoluti, vogliamo rendere più semplice la ricerca degli immobili diventando il nuovo standard del settore. Le visite virtuali diventeranno la normale “prima visita”, annullando da questa fase ogni potenziale problema o perdita di tempo delle parti coinvolte. Siamo attivi nel mercato italiano da circa 6 mesi e da giugno abbiamo aperto anche a quello spagnolo, che vediamo essere molto recettivo. L’obiettivo è quello di annoverare tra i nostri clienti tutte le aziende e i professionisti “virtuosi” che desiderano fornire ai propri clienti un concreto valore aggiunto nella fase di ricerca dell’immobile.

Parliamo di gestione della reputazione. In che modo ritieni che la web reputation di un agente immobiliare possa venire influenzata dall’utilizzo di una tecnologia all’avanguardia come quella dei tour 360?

Dotarsi di questo nuovo strumento significa puntare sulla trasparenza e sulla dedizione al cliente, proprietà che emergono nelle due fasi principali del lavoro:

  • In fase di acquisizione, un agente che utilizza le migliori tecnologie a disposizione per la promozione dei propri incarichi potrà distinguersi dalla propria concorrenza.
  • In fase di vendita, un agente che dimostra al cliente di avere a cuore il suo tempo e che si impegna per fornirgli tutti gli strumenti necessari ad utilizzarlo al meglio avrà meno difficoltà a dimostrare il valore del proprio incarico.

Dal canto vostro, come gestite la vostra web reputation e qual è il ruolo dei social network nel quotidiano di Realisti.co?

Per prima cosa abbiamo analizzato gli strumenti più adatti alla nostra proposizione online in Italia e Spagna e abbiamo iniziato a strutturare un piano di comunicazione online che ci permettesse di posizionare rapidamente il nostro marchio ed il nostro servizio. Siamo solo all’inizio, ma ci è chiaro che le azioni e gli investimenti per la comunicazione online devono fare il pari con un corretto presidio degli eventi sul territorio e dei canali di settore, oltre che ovviamente con una perfetta gestione del rapporto con il cliente. Siamo fortemente convinti che i nostri clienti siano il nostro asset più grande, e il fatto che siano soddisfatti del nostro prodotto è un forte motivo di orgoglio. La nostra web reputation è a tutti gli effetti “in mano” ai nostri clienti, il nostro compito è quello di renderli sempre orgogliosi di parlare del nostro servizio.

Chiudiamo con una provocazione, perdonaci Edoardo: state pensando ad altri ambiti di applicazione per la tecnologia sulla quale si basa Realisti.co, anche al di fuori del settore immobiliare?

Assolutamente no. Come anticipato nei punti precedenti, Realisti.co si differenzia dalla propria concorrenza proprio per la sua specificità nel settore immobiliare. Essere uno strumento dedicato a questo settore ci ha permesso di plasmare il nostro prodotto sulle specifiche esigenze dei professionisti senza diventare “generalisti” del 360. Il nostro prodotto deve aiutare l’agente immobiliare a lavorare ancora meglio, e deve aiutarlo a rendere felici i propri clienti.

Chi è Edoardo Ribichesu

realistico_foto_ribichesu-2Co-Founder @ Realisti.co. Torinese, 30 anni, da 10 anni lavora nel mondo della tecnologia. Nel 2010 fonda Elipse, software factory specializzata nello sviluppo di app mobile e soluzioni digitali. Nel 2015 avvia il progetto Realisti.co con l’obiettivo di portare le visite virtuali ad essere un nuovo standard del mercato immobiliare.